menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Uil chiede un' unica grande società multiservizi a livello provinciale

Il sindacato chiede alla Provincia di accelerare i tempi per la creazione di un'unica società di raccordo riducendo così i costi, le inefficienze e gli sprechi che l'attuale decina di aziende partecipate pubbliche comportano.

Mantenere diverse aziende municipalizzate frammentate a livello provinciale che si occupano di acqua, gas, energia, igiene urbana è un errore. Lo sostiene la Uil del Trentino, che chiede un' unica grande società multiservizi a livello provinciale. "Tutte queste aziende non sono sufficientemente grandi, evolute e soprattutto capitalizzate per dare risultati almeno al pari del gruppo Dolomiti Energia". La proposta della UIL è quindi di accelerare rispetto alla costruzione di una unica grande società multiservizi a livello provinciale, certamente partecipata dall’ente pubblico, riducendo così i costi, le inefficienze e gli sprechi che l’attuale decina di aziende partecipate pubbliche, ognuna con propri enti referenti, CdA, uffici amministrativi, fornitori, a sua volta magari specializzata in una sola attività,comporta. Diverrebbe inoltre molto più facile concentrare gli investimenti in sviluppo ed innovazione creando un soggetto capace di accrescere le professionalità tecniche 
delle maestranze esistenti e future e, soprattutto, di confrontarsi più agevolmente non solo sul mercato provinciale, ma anche in quello nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, il governo al lavoro per le riaperture: il piano

  • Meteo

    Nevica sul Monte Bondone

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento