rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca San Giuseppe / Corso del Lavoro e della Scienza

Itas, parla il presidente Di Benedetto: "Cammino a schiena dritta, voltiamo pagina"

Dopo la notizia, che ha scatenato una bufera, delle dimissioni del direettore generale di Itas, indagato per una presunta truffa da 400 mila euro ai danni del colosso assicurativo ed estorsione nei confronti del presidente Di Benedetto, il Consiglio di Amministrazione del gruppo ha diffuso una nota nella quale fa sapere che la  società si è costituita come parte lesa, che le dimissioni di Grassi sono state immediatamente  accettate e  rese effettive, e che saranno possibili azioni in sede civile a tutela della società.

Nella nota sono riportate anche alcune dichiarazioni del pesidente, al quale il CdA ha manifestato massima solidarietà: “Se qualcuno mi ha “seguito” (il riferimento potrebbe essere ai presunti pedinamenti messi in atto dal direttore per seguire Di Benedetto NdR) si sarà accorto che cammino con i piedi per terra schiena dritta e fronte alta. Conseguentemente ogni illazione su ogni mia presunta “ricattabilità” è destituita di fondamento. Voltiamo quindi la triste pagina di ieri, da rileggere nella sua portata oggettiva a conclusione dei lavori della magistratura. Riprendiamo da oggi con la stessa determinazione e impegno al servizio della comunità e dei nostri soci assicurati. Gli storici valori di mutualità, onestà e trasparenza vanno e saranno salvaguardati sempre a favore e nell’interesse della grande famiglia dell’ITAS.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Itas, parla il presidente Di Benedetto: "Cammino a schiena dritta, voltiamo pagina"

TrentoToday è in caricamento