Isera: due famiglie intossicate dal monossido

Due famiglie che si erano riunite nella stessa casa per passare un momento di festa hanno accusato malori e si sono rivolte al Pronto Soccorso di Rovereto. Nell'intossicazione sono rimaste coinvolte 10 persone, con sintomi abbastanza lievi, curate alla camera iperbarica di Bolzano. La causa, pare, un braciere che ha consumato l'ossigeno della stanza

Dopo il caso della coppia intossicata da monossido di carbonio a San Lazzaro ieri è stato reso noto dagli organi di comunicazione del 118 un altro caso, relativo a lunedì 6 gennaio, che coinvolge due famiglie di stranieri residenti a Isera. Le due famiglie si sono riunite insieme domenica 5 gennaio nello stesso appartamento per passare un momento di festa e sembra che abbiano acceso un braciere per scaldarsi.

Una delle due famiglie accusando malori si è recata al Pronto Soccorso di Rovereto alle 9 del mattino del giorno dopo, a tutti sono stati riscontrati sintomi, seppur lievi, di intossicazione da monossido. La sera stessa anche la seconda famiglia si è rivolta al Pronto Soccorso accusando gli stessi sintomi. L'intossicazione ha coinvolto in totale 10 persone, di cui sei bambini, che sono state tutte curate all'Ospedale di Bolzano attraverso delle sedute alla camera iperbarica terminate ieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabinieri di Trento, sequestrate 50mila confezioni di cosmetici all'arnica per mezzo milione di euro

  • Paura per un grave incidente a Mattarello: pedone travolto mentre attraversa sulle strisce

  • Incidenti, si schianta con l'auto contro un muretto: morta mamma di quattro figli

  • Autovelox sulle strade trentine, ecco dove saranno a gennaio

  • San Giovanni di Fassa, guida ubriaco l'auto di un altro: patente sospesa per due anni

  • A 176 all'ora in galleria: beccato con il telelaser

Torna su
TrentoToday è in caricamento