Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Giornata di soccorsi: 3 persone elitrasortate in ospedale, una accompagnata a valle

È stato un sabato molto intenso per il Soccorso Alpino e Speleologico, i vigili del fuoco e il personale del 118. Diverse le situazioni che hanno richiesto il loro intervento, anche con l'elicottero

Una giornata di interventi per il soccorso alpino, i vigili del fuoco e il personale sanitario del 118, quella di sabato 5 giugno. Oltre a portare in salvo lo scalatore tedesco del 1973 che è stato investito da una scarica di sassi mentre si trovava al sesto tiro della via Teresa sulle Placche Zebrate, la macchina dei soccorsi si è spostata in diversi luoghi del Trentino durante la giornata. 

Intervento sul Monte Bondone 

Un'escursionista indiana del 1995 è scivolata sulla neve precipitando per centinaia di metri mentre stava camminando nei pressi del Doss d'Abramo (Monte Bondone), lungo il sentiero che porta al Cornetto. Sono state delle piante a frenare la caduta della donna, finita su delle rocce più di 200 metri a valle del sentiero. Nell'incidente la donna, sempre cosciente, si è procurata dei sospetti politraumi. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata poco prima delle 15 dai suoi compagni di escursione. 

Il Tecnico di Centrale Operativa del Soccorso Alpino e Speleologico, con il Coordinatore dell'Area operativa Trentino centrale, ha chiesto l'intervento dell'elicottero. Grazie a una finestra di bel tempo, l'elicottero ha potuto avvicinarsi al luogo dell'incidente e scaricare in hovering, a circa 50 metri di distanza, il Tecnico di Elisoccorso con l'equipe medica. L'infortunata è stata quindi stabilizzata, imbarellata e recuperata a bordo dell'elicottero con il verricello per il trasferimento all'ospedale Santa Chiara di Trento. Non è stato necessario l'intervento degli operatori della Stazione Trento - Monte Bondone a disposizione per dare eventuale supporto all'equipaggio. 



Altri interventi di giornata
 

Poco dopo le 12 la Centrale Unica Emergenze è stata allertata per l'infortunio di un biker del 1987 residente ad Aprica (Sondrio) sulla pista White Wolf del Bike Park Val di Sole a Daolasa. L'uomo stava facendo downhill quando, dopo un salto, in fase di atterraggio, ha perso il controllo della sua mountain bike finendo a terra con il volto. Il Tecnico di Centrale Operativa del Soccorso Alpino e Speleologico, con il Coordinatore dell'Area operativa Trentino occidentale, ha inviato sul posto una squadra della Stazione Val di Sole e l'equipe dell'elisoccorso. Dopo le prime cure mediche, l'infortunato è stato trasportato in elicottero all'ospedale Santa Chiara di Trento. 

In contemporanea, la Stazione Val di Sole è stata allertata per soccorrere una escursionista che non riusciva più a trovare il sentiero di rientro in Valpiana, sopra l'abitato di Ossana. I soccorritori la hanno raggiunta e la hanno riaccompagnata a valle incolume.

La Stazione Vallagarina è intervenuta in soccorso a una donna di Rovereto del 1949 che si è procurata una ferita alla testa dopo essere inciampata su un sentiero nei boschi di Terragnolo, in località Potrich. Sul posto sei soccorritori e l'equipe dell'elisoccorso. La donna è stata stabilizzata e recuperata a bordo dell'elicottero con il verricello per essere trasferita all'ospedale Santa Chiara di Trento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata di soccorsi: 3 persone elitrasortate in ospedale, una accompagnata a valle

TrentoToday è in caricamento