menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigili speronati durante l'inseguimento: "Dirigenti disinteressati della nostra incolumità"

"I diretti responsabili del servizio di polizia locale non si sono neanche preoccupati di sincerarsi delle condizioni degli agenti" La denuncia del vigile Marco Demattè di Anvu

Speronati durante l'inseguimento di due persone a bordo di un'auto rubata, un episodio che ha visto impegnati gli agenti della Polizia Locale che chiedono ora una condanna unanime del gesto da parte dell'amministrazione, che sembra però essere assente. "I diretti responsabili del Servizio di polizia locale di Trento non si sono neppure sincerati delle condizioni del proprio personale" denuncia Marco Demattè, presidente regionale dell'Anvu, l'associazione delle polizie locali, ed aggiunge: "è un comportamento al quale purtroppo siamo abituati".


"L'Associazione - specifica Demattè - non è, lo ribadisco come tante volte ho fatto, un sindacato, ma ha l'obbligo di far riflettere l'opinione pubblica sui disagi sociali degli appartenenti ai corpi e servizi della polizia locale". Si tratta, tra l'altro, del secondo episodio in poco più di un mese: Il primo fatto si era svolto nelle vie del sobborgo di Gardolo neppure un mese addietro: anche in quella circostanza erano state fermate delle persone e successivamente condotte indagini per identificare due persone che si erano date alla fuga". 

Un agente ha sparato ed uno dei ragazzi ha riportato ferite da arma da fuoco: clicca qui...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento