Cronaca Centro storico / Via Ezio Maccani

Minorenni in fuga, l'agente spara: le precisazioni del Comune

Tutto si è svolto nel rispetto della legge, anche nelle fasi più concitate dell'inseguimento. La magistratura è stata informata. Ecco le precisazioni del Comune

Un colpo sparato non ad altezza uomo ma verso il basso, in una situazione di estrema aggressività da parte dei fuggitivi. Queste le precisazioni del Comune di Trento sulla vicenda che vede coinvolti quattro minorenni in fuga su un'auto rubata nella notte di sabato. In mattinata è stata diffusa la notizia che uno degli agenti avrebbe sparato un colpo di avvertimento, e che uno dei ragazzi è stato ferito ad una gamba. Nel primo pomeriggio le ulteriori precisazioni del Comune: gli indagati avevano precedenti penali, hanno tentato di far uscire di strada l'auto dei vigili per poi fuggire a piedi, nei boschi al buio, inseguiti da un agente. "L'operato della polizia locale è avvenuto nel rispetto della legge e delle nome che regolano l'uso delle armi  per i pubblici ufficiali - si legge nella nota - i fatti, già comunicati oralmente alla magistratura competente saranno oggetto di comunicazione scritta". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minorenni in fuga, l'agente spara: le precisazioni del Comune

TrentoToday è in caricamento