Cronaca

Non si ferma all'alt dei carabinieri, arrestato in Svizzera

I carabinieri altoatesini hanno dovuto attraversare tre Stati: l'uomo aveva con sé alcuni grammi di cocaina e hashish

Da Curon in val Venosta (Bolzano), passando per Nauders in Austria fino a Samnaun in Svizzera. I carabinieri altoatesini hanno dovuto attraversare tre Stati prima di riuscire ad arrestare un uomo.

Tutto è cominciato durante un controllo di routine alla circolazione stradale dei militari dell’aliquota radiomobile della compagnia dei carabinieri di Silandro. I militari si trovavano sul lago di Resia quando hanno deciso di fermare il conducente di un suv colore scuro. Ma l’uomo, invece di obbedire all’alt, ha accelerato “quasi investendo un militare”.

I carabinieri hanno così iniziato un inseguimento ad alta velocità che ha portato ad arrestare il cittadino altoatesino in territorio elvetico. Fondamentale per la riuscita dell’operazione, l’immediata attivazione delle procedure previste dagli accordi di Schengen e da quelli bilaterali con la Svizzera che hanno consentito alle centrali operative dei tre Stati interessati di coordinare le rispettive pattuglie, sbarrando all’uomo la strada per Landek e ponendo fine alla fuga del suv in prossimità di Samnaun.

Il conducente, un 36enne altoatesino, è stato trovato in possesso di alcuni grammi di cocaina e hashish ed è stato quindi arrestato dalla polizia cantonale dei Grigioni, con la quale già da dicembre 2019 l’arma dei carabinieri collabora anche mediante lo svolgimento di servizi congiunti transfrontalieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si ferma all'alt dei carabinieri, arrestato in Svizzera
TrentoToday è in caricamento