menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sms d'amore all'allieva 13enne, insegnante paga risarcimento

Le intercettazioni hanno consentito di individuare un gran numero di messaggi inviati alla ragazzina. Come: "Tu sei speciale e io l'ho sempre saputo..se solo avessi qualche anno di meno mi innamorerei io di te"

Un'insegnante quarantenne ha dovuto pagare un risarcimento di 4 mila euro per molestie, oltre ad aver perso il posto di lavoro dopo essersi dimessa, per alcune attenzioni un po' troppo spinte  nei confronti di una sua giovane allieva di 13 anni. I fatti, risalenti al 2010 e denunciati dalla polizia postale, sono stati ricostruiti grazie ad un memoriale e alle intercettazioni fatte sui telefoni della studentessa e dell'insegnante.

A confidare un bacio sulla guancia,  le carezze sulla schiena, le attenzioni particolari e l'atteggiamento della professoressa,  era stata proprio la giovane, che aveva raccontato quegli episodi ad un'altra insegnante, la quale aveva preso nota di questi racconti in un memoriale. La donna si era poi recata dal dirigente scolastico dell'istituto, che aveva preso provvedimenti denunciando tutto alla polizia postale. La situazione gli era sembrata quantomeno inopportuna, visto che durante una gita scolastica la professoressa troppo affettuosa aveva chiesto alla collega se, a suo giudizio, alla 13enne piacessero le donne e altre cose sulla possibile vita sentimentale della studentessa. 
 
Le intercettazioni telefoniche hanno poi consentito di individuare un gran numero di messaggi che la focosa insegnante aveva spedito alla ragazzina. Messaggi come "Sei proprio nel cuore della mia vita...cucciola"; "Ti penso ogni minuto"; "Ti abbraccio forte per rassicurarti e per teneramente amarti"; "tu sei speciale e io l'ho sempre saputo..se solo avessi qualche anno di meno mi innamorerei io di te". 
 
Dagli accertamenti degli investigatori è risultato che l'insegnante aveva inviato alla ragazzina fino ad una quarantina di sms in due giorni, il cui contenuto, secondo il giudice mostrava "l'anomala attrazione che l'insegnante provava nei confronti dell'alunna". Ed è scattata la condanna per molestie sessuali.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 4 decessi e +85 nuovi contagi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento