Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Piazza Vittoria Alessandro

Inneggia alla jihad via web: bolzanina di origini straniere espulsa dall'Italia

Operazione coordinata della Questura di Bolzano con gli apparati di sicurezza nazionale per identificare e fermare una presunta "jihadista". Poche le informazioni riguardo all'operazione, la donna sarà espulsa dal suolo italiano nelle prossime ore. Si sa che ha 34 anni, è di origine romena e risiede da anni a Bolzano.

L'accusa è di essersi messa in contatto via web con gruppi inglesi che inneggiavano alla jihad. Sempre sui social network la donna avrebbe anche espresso la propria volontà di combattere a fianco dei mujaheddin. La donna è stata fermata al porto di genova appena scesa dalla nave dopo essere stata in visita alla famiglia del marito in Tunisia. 

Sale a 44 il numero degli espulsi per queste ragioni, dall'inizio del 2015. Per Bolzano si tratta del secondo caso dopo quello del giovane pakistano, anche lui accusato di inneggiare alla "guerra santa" ma solamente via web. "Riserviamo grandissima attenzione al web - ha dichiarato il ministro della Giustizia Angelino Alfano - perché è diventato il veicolo più facile di reclutamento. La donna, infatti, manteneva frequenti contatti sul web con internauti del Regno Unito a loro volta sostenitori dell'autoproclamato Stato del Califfato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inneggia alla jihad via web: bolzanina di origini straniere espulsa dall'Italia

TrentoToday è in caricamento