menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quasi due anni per spostare la linea Telecom: indennizzo da 5mila euro

Un consumatore di Arco, che chiedeva passaggio da una linea ad un'altra, ha ottenuto dal giudice di pace 4.9658,70 euro: al denaro previsto per 561 giorni di ritardo, anche 1.200 euro per danno non patrimoniale

Quasi due anni per un trasferimento di linea telefonica sono troppi e così un consumatore trentino, che chiedeva a Telecom il trasloco tra due vie nel Comune di Arco, si è visto riconoscere dal giudice di pace di Riva del Garda un indennizzo di 4.9658,70 euro.

Oltre al denaro previsto per 561 giorni di ritardo dal 2 aprile 2007 al 17 febbraio 2009 (3.758,70 euro), il giudice di pace gli ha riconosciuto il risarcimento danno non patrimoniale (1.200 euro) per gli innumerevoli disguidi causati al consumatore.
 
Lo rende noto il Centro Tutela Consumatori Utenti di Bolzano, che ricorda come in caso di trasloco Telecom Italia Spa debba provvedere entro 10 giorni, come stabilisce l'articolo 25 delle Condizioni generali di abbonamento. In casi simili - ricorda il Ctcu - gli utenti devono fare la richiesta di trasloco in forma scritta in modo da avere una data certa da cui far partire i dieci giorni. In caso di ritardo va invece fatto un sollecito in forma scritta; nel caso vengano addotti presunti motivi ostativi dipendenti dal Comune, da altri Enti o da privati, verificate di persona la loro fondatezza e quindi rivolgersi al Ctcu. 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Attualità

Covid, il governo al lavoro per le riaperture: il piano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento