menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Indennizzi per danni da cervi: ok alla delibera. Dallapiccola: "Anche per orsi e lupi"

Modifica nella normativa sugli indennizzi e contributi per danni da ungulati. L'assessore promette: "Prossimamente un'altra delibera per orso, lupo e lince"

Via libera della Giunta alla delibera proposta dall'assessore Dallapiccola che rinnova i criteri per la concessione di indennizzi e contributi per danni causati dagli ungulati alle attività agricole. Per gli indennizzi, pari al 70% del danno accertato, l'importo minimo ammissibile a finanziamento non sarà inferiore a 2000 euro per frutteti e vigneti ed a 1000 euro per altre colture. Le domande dovranno essere presentate entro 60 giorni dal manifestarsi del danno.

Le domande di contributo per opere di prevenzione, ad esempio recinzioni, dovranno essere presentate dal 1 gennaio al 30 giugno, anche in questo caso l'importo minimo della spesa è di 2000 euro mentre il limite massimo è stato fissato a 50.000 euro ed elevato a 150.000 euro per forme associative di imprese, che potranno ricevere un contributo pari al 60% della spesa, mentre per i giovani agricoltori la quota sarà del 50% e per le altre imprese agricole del 40%.

Per ora i cervi, ed i temuti cinghiali, sono sistemati con una normativa ad  hoc. Resta da rivederela concessione di indennizzi e contributi per i cosiddetti "grandi carnivori". "Prossimamente, con un'altra delibera - annuncia Dallapiccola - provvederemo ad approvare anche i criteri relativamente ai danni prodotti dai grandi predatori quali orso, lince e lupo". per quest'ultima categoria l'assessore, più di un anno fa, aveva promesso la copertura dei danni al 100%, clicca qui...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Due nuovi vaccini anti-Covid in arrivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento