menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Malaria: "tragico errore", indagato un dipendente dell'Azienda sanitaria

Si fa sempre più strada l'ipotesi di un errore umano per la morte della piccola Sofia

E' un dipendente dell'Azienda sanitaria trentina la persona indagata per omicidio colposo nell'inchiesta, inizialmente contro ignoti, sulla morte  della piccola Sofia Zago, contagiata da malaria all'interno dell'ospedale di Trento nell'agosto scorso. 

In un primo momento le analisi hanno accertato che il contagio è avvenuto in ospedale, di ieri invece la notizia che riferiva di una persona (uomo o donna) iscritta nel registro degli indagati. La bambina venne ricoverata l'estate scorsa dopo i ma,lori accusati durante una vacanza sulla riviera veneta. In quel momento erano presenti nel reparto pediatrico del S. Chiara due bambini, poi guariti, che avevano contratto la malaria in Burkina Faso. Si fa  sempre  più strada  l'ipotesi di un tragico, e fatale, errore nella procedura medica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento