rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Montagna / Alto Garda e Ledro

Cadute in mountain bike e a piedi: cos'è successo sabato in Trentino

Un biker e diversi escursionisti in difficoltà dopo essere caduti sui sentieri hanno richiesto l'aiuto del Soccorso alpino

Un sabato di interventi per i soccorritori trentini, quello del 2 luglio. Sono infatti state diverse le chiamate con le richieste di intervento sul territorio: un biker e due escursionisti infortunati, oltre al tragico incidente mortale sui Denti della Sega. 

Si è concluso intorno alle 22.20 di sabato l'intervento per soccorrere un biker di nazionalità tedesca del 1969. L'uomo era in mountain bike e stava praticando downhill sul monte Brione, asul territorio di Riva del Garda, quando è caduto a terra, procurandosi diversi traumi. La chiamata al Nue (Numero unico per le emergenze) 112 è arrivata intorno alle 20.30.

Il coordinatore dell'Area operativa Trentino meridionale del Soccorso alpino e speleologico ha chiesto l'intervento degli operatori della stazione Riva del Garda che sono arrivati sul posto insieme ai sanitari dell'ambulanza. L'infortunato è stato sottoposto alle prime cure, imbarellato e trasportato con la barella portantina per circa 10 minuti, fino all'ambulanza. Intervenuto anche l'elisoccorso che è atterrato al campo sportivo di Riva del Garda per il rendez-vous con l'ambulanza. L'uomo è stato elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento. 

Sabato, oltre all'incidente mortale sui Denti della Sega di Ala (monti Lessini), l'Area operativa Trentino meridionale è intervenuta intorno alle 12 sul sentiero Busatte Tempesta (Nago Torbole) per un'escursionista con un trauma di caviglia. Gli operatori della Stazione di Riva del Garda hanno raggiunto l'infortunata, la hanno stabilizzata, imbarellata e trasportata con la barella portantina per circa 40 minuti, fino all'ambulanza. 

Un altro intervento è stato richiesto intorno alle 14.45 per soccorrere un escursionista lungo il sentiero che porta al lago degli Speccheri (Vallarsa). L'uomo è scivolato sul sentiero ruzzolando lungo un pendio per circa 5 metri, procurandosi possibili politraumi all'arto inferiore e alla spalla. Cinque operatori della Stazione Vallagarina hanno raggiunto l'infortunato a piedi in circa 30 minuti, lo hanno stabilizzato, imbarellato e trasportato con la barella portantina in una zona meno boscosa e più aperta, per consentire all'elicottero di Bolzano di recuperarlo con il verricello e trasferirlo in ospedale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadute in mountain bike e a piedi: cos'è successo sabato in Trentino

TrentoToday è in caricamento