Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Travolti da una scarica di sassi e ghiaccio: giovani elitrasportati in ospedale

Valutate le condizioni sanitarie in accordo con il medico e considerato il pericolo di ulteriori scariche, i due alpinisti sono stati recuperati velocemente a bordo dell'elicottero con il verricello e trasportati in ospedale

Repertorio

Una scarica di sassi e ghiaccio ha colpito i due giovani che si trovavano sulla Presanella e sono stati accompagnati in ospedale nella mattinata di domenica 27 giugno. La chiamata al Nue (Numero Unico per le Emergenze) 112 è arrivata alle 6.30 dai due alpinisti, feriti ma coscienti.

Una cordata di due alpinisti, due uomini del 1988 di Città della Pieve (PG) e del 1993 di Venezia, sono stati soccorsi sulla parete nord di cima Presanella a una quota di circa 3.100 m.s.l.m. Da una prima ricostruzione sembra che la cordata stesse procedendo sulla via di ghiaccio, quando una scarica mista di roccia e ghiaccio li ha trascinati a valle per una trentina di metri, fino a fermarsi sul seracco sottostante.

Il Coordinatore dell'Area operativa Trentino occidentale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l'intervento dell'elicottero ed ha attivato la Stazione di competenza di Vermiglio. L'elicottero è salito in quota ed ha verricellato sul posto il Tecnico di Elisoccorso. Valutate le condizioni sanitarie in accordo con il medico e considerato il pericolo di ulteriori scariche, i due alpinisti sono stati recuperati velocemente a bordo dell'elicottero con il verricello e trasferiti all'ospedale Santa Chiara di Trento per accertamenti. Non è stato necessario l'intervento degli operatori della Stazione di Vermiglio, pronti in piazzola e al rifugio Denza in caso di bisogno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolti da una scarica di sassi e ghiaccio: giovani elitrasportati in ospedale

TrentoToday è in caricamento