Auto contro tir sull'A22: la vittima è Marco Ferrari, consigliere comunale di Isera

Lascia la moglie e due figli ed un grande vuoto nella comunità di Isera, dove era impegnato come consigliere comunale e giocatore della locale squadra di pallavolo, Marco Ferrari scomparso in un tragico incidente

E' Marco Ferrari, consigliere comunale di Isera e giocatore della locale squadra di pallavolo, la vittima del tragico incidente avvenuto ieri in tarda serata sull'Autobrennero tra Romagnano ed Aldeno. Lo schianto è avvenuto poco dopo le 23, purtroppo i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso del 45enne, morto sul colpo in seguito al tamponamento con un camion inglese. La sua scomparsa lascia un grande vuoto nella comunità di Isera e nel mondo dello sport trentino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Lo vogliamo ricordare con la vitalità di sempre, appassionato al suo paese, consigliere comunale attento e positivamente critico, padre premuroso" scrivono su facebook i colleghi di Isera Oggi e Domani. Anche Fipav e Federvolley hanno diffuso un messaggio di vicinanza alla famiglia ricordando il suo impegno all'interno della squadra in prima divisione maschile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: focolaio in Trentino

  • Viveva in Trentino e aveva circa 20 anni il ragazzo trovato morto su un treno

  • Schianto in moto: muore 46enne, gravissima l'amica

  • Allerta meteo in Trentino: in arrivo nubifragi e grandine

  • Trovato il corpo senza vita di un giovane sopra al treno proviente da Trento

  • Il pusher scappa, poliziotto ferma un'auto e si fa "accompagnare" ad acciuffarlo

Torna su
TrentoToday è in caricamento