rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Il lutto

“Buon viaggio Gabba”: lo straziante addio al giovane Gabriele

Il ragazzo è morto dopo l’incidente dello scorso 30 aprile a Pieve di Bono. Disposto l’espianto degli organi

È letteralmente impossibile da placare il dolore che ha generato la tragica scomparsa di Gabriele Salvadori, il 19enne di Bondo morto ieri, lunedì 1 maggio, dopo l’incidente avvenuto la sera del 30 aprile nella galleria Castel Romano a Pieve di Bono.

A piangerlo sono soprattutto Sonia e Stefano, i genitori di questo ragazzo, meccanico a Tione e studente di meccatronica a Trento, così come tutte le persone della valle del Chiese che lo conoscevano. Gabriele era un ragazzo come tanti, amante della vita, del divertimento (l’incidente infatti è avvenuto dopo una serata in compagnia passata in discoteca) e dello sport. Per Gabriele lo sport era soprattutto il calcio. Ed è letteralmente commovente leggere il messaggio dell’US Alta Giudicarie, squadra in cui ha militato il giovane.

“Ciao Gabriele, per anni sei stato un ottimo compagno di squadra, un amico, un fratello.  Ma ora siamo qui, a stringerci intorno alla tua famiglia, ancora increduli per l’accaduto.  È vero, tutto finisce prima o poi, ma i ricordi no. I ricordi durano per sempre. Così l’Alta, la tua seconda famiglia per molti anni, ha deciso di ricordarti: felice con il pallone tra i piedi, per sempre.  Buon viaggio Gabba. I tuoi Compagni e lo Staff Grigio-Rosso. ‘Un uomo non muore mai se c’è qualcuno che lo ricorda’ - Ugo Foscolo”.

E mentre è stato autorizzato il prelievo degli organi di Gabriele, continua l’apprensione per gli altri due amici del ragazzo, un 18enne e un 19enne, coinvolti nell’incidente, entrambi ancora ricoverati all’ospedale Santa Chiara di Trento e costantemente sotto osservazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Buon viaggio Gabba”: lo straziante addio al giovane Gabriele

TrentoToday è in caricamento