Valsugana: centrato dall'auto al bivio di Levico, muore motociclista

L'uomo alla guida dell'auto non ha visto arrivare la moto. Niente da fare per il centauro, 58enne veneziano. Un altro tragico incidente in un tratto di strada tristemente famoso

Ha imboccato la Valsugana al bivio di Levico, non accorgendosi della moto che stava arrivando. Un'altro drammatico inciddente a Barco, dove la provinciale che porta in paese si immette sulla statale 47. Il motociclista, 58enne veneziano, purtroppo ha perso la vita.

Franco Lazzaro, residente a Olmo di Martellago, in provincia di Venezia, era operaio a Porto Marghera. La sua grande passione era la moto e non perdeva l'occasione per un giro, nel weekend, anche in Trentino. Stava percorrendo la statale della Valsugana verso Trento, quando all'improvviso l'auto, guidata da un uomo del posto, è spuntata quasi dal nulla.

L'incidente è avvenuto verso le 16.30 di sabato 16 marzo. Il tratto in questione è tristemente famoso per una  serie di incidenti mortali. Anche in questo caso non c'è stato niente da fare: gli uomini del 118, accorsi sul posto con le ambulanze, hanno richiesto l'intervento dell'elisoccorso. Il motociclista è stato trasportato in volo verso l'ospedale di Trento. Una corsa contro il tempo che purtroppo si è rivelata inutile. 

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento