Moto: nel primo weekend ai 60 km/h tanti incidenti e qualche multa

Ambulanze ed elicottero senza sosta sulle strade trentine, ma anche posti di blocco delle forze dell'ordine

Controlli, e purtroppo incidenti, sulle strade di montagna trentine nel primo weekend in cui è entrato in vigore il limite dei 60 km/h, in alcuni tratti solamente per le moto. Nella giornata di sabato 25 luglio sono stati una decina gli incidenti con motociclisti feriti.

Gli incidenti

Gli episodi più gravi sono stati a Borgo Valsugana, dove è rimasto gravemente ferito un 35enne trentino, ed a Castello Tesino, in questo caso la vittima è un motociclista di Rovigo, ora ricoverato in rianimazione. Altro incidente a Brusago dove sono rimaste coinvolte ben 6 persone, tutte con ferite lievi.

Cinque gli incidenti nella mattinata di domenica 26 luglio. Il più grave a Forace, sulla strada del lago di Lases, dove è rimasto gravemente ferito un motociclista di 41 anni, soccorso dall'elicottero e portato in terapia intensiva all'ospedale S. Chiara di Trento.

I controlli

Parallelamente ai divieti sono scattati anche i controlli: i carabinieri della Compagnia di Trento hanno presidiato la provinciale 85 tra Garniga e le Viote e la provinciale 235 in località Rocchetta, due delle strade dove è entrato in vigore il limite di velocità.

Su tutto il territorio di competenza della Compagnia, ella sola giornata di sabato, sono state fermate 42 moto ed elevate 6 contravvenzioni, tutte contestate sullla strada della Fricca, che congiunge l'Altopiano della Vigolana con gli Altipiani Cimbri.

"La strada della Fricca - scrivono i carabinieri - è utilizzata sempre più spesso, per raggiungere il Veneto in minor tempo e godendo di ampie vedute paesaggistiche, soprattutto dai motociclisti appassionati di curve. Le violazioni riscontrate hanno però fatto emergere ancora un non corale rispetto della normativa in materia di circolazione stradale e della recente ordinanza della Provincia".

L'introduzione del limite di velocità ha fatto molto discutere. In realtà, come si vede dall'elenco sotto, sulla maggior parte delle strade oggetto del provvedimento il limite varrà anche per le auto. Le disposizioni non riguarderanno le tratte soggette già ad un limite inferiore di 50 km/h, ad esempio all’interno dei centri abitati o lungo tratte particolarmente insidiose.

Ecco le strade con il limite a 60 km/h

Verrà istituito a partire da sabato 25 luglio il limite massimo di velocità di 60 km/h, in entrambi i sensi di marcia, per tutte le categorie di veicoli, lungo le seguenti tratte stradali:

- S.P.85 del Monte Bondone: dall’innesto con la S.S. 45 bis Gardesana Occidentale, passando per località Sardagna, Candriai, Vaneze, Norge, Vason, Viote, Lagolo, fino a fine strada, corrispondente all’intersezione a rotatoria con la S.P.84 di Cavedine e la S.P.251 di Ponte Oliveti, nei comuni di Trento e Madruzzo.

- S.P.25 di Garniga: dalla fine del centro abitato di Garniga Terme, passando per località Garniga Vecchia, fino a fine strada in località Viote, corrispondente all’intersezione con la S.P.85 del Monte Bondone, nei comuni di Garniga Terme e Trento.

- S.P. 3 del Monte Baldo: iniziando poco a monte della fine del centro abitato di Brentonico, passando per località San Giacomo, San Valentino, Rifugio Graziani, Bocca di Navene, Dossioli, fino al confine con la provincia di Verona, nei comuni di Brentonico e Avio.

- S.S. 240 di Loppio e della Val di Ledro, nel tratto della Val D’Ampola, fino all’inizio del centro abitato di Storo, nei comuni di Ledro e Storo.

Diversamente dagli itinerari sopra elencati, per i seguenti percorsi, verrà istituito il limite massimo di velocità di 60 km/h, in entrambi i sensi di marcia, per la sola categoria dei motocicli, nelle tratte non soggette già ad un limite inferiore di 50 km/h (valido per tutte le categorie di veicoli):

- S.S.42 del Tonale e della Mendola: nel tratto compreso tra la fine del centro abitato di loc. Passo del Tonale, passando per Vermiglio, fino all’inizio del centro abitato di loc. Fucine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

- S.P.31 del Passo Manghen: nel tratto compreso tra l’inizio del passo, in corrispondenza dell’intersezione con la S.P.65 Panoramica della Valsugana, passando per loc. Calamento, Passo Manghen, loc. Ponte Stue, loc. Canton, fino all’intersezione con la S.P.232 di Fiemme dir Molina, nei comuni di Telve e Castello-Molina di Fiemme.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoratori dalla Romania, la Giunta scrive a Roma: ipotesi "quarantena attiva"

  • 'Carne coltivata', è trentina l'unica azienda a occuparsene in Italia

  • Cristiana Capotondi a Trento: sarà Chiara Lubich

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Merano usano... il freddo!

  • Lascia le sue cose al rifugio e scompare, lo cercano tutta la notte: era al bivacco

  • Truffa dello specchietto: denunciata coppia insospettabile, con tre figli a bordo di un suv

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento