rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Incidenti stradali

Incidente sulla A22, la vittima è Alessia Andreatta

La giovane trentina aveva praticato volley e atletica. Il lutto delle società e della città

È Alessia Andreatta, trentina di 30 anni, la vittima dell'incidente avvenuto nella mattinata di giovedì 2 dicembre lungo la A22 all'altezza di Mattarello. La giovane ha tamponato un mezzo pesante che la precedeca, ed è morta sul colpo.

La giovane era una grande appassionata di sport, soprattutto di atletica e volley, discipline che aveva a lungo praticato. Tra i tanti messaggi di lutto, c'è anche quello della Gs Marzola, squadra di pallavolo di Povo. "Tutto il gruppo sportivo del Marzola GSD si stringe alla famiglia Andreatta per la perdita della amata Alessia, atleta anche del nostro gruppo sportivo. Ti ricorderemo sempre per le tue grandi qualità umane e sportive, e soprattutto per l’allegria che portavi sempre in squadra" scrive la società in un post.

Cordoglio anche da parte della società Atletica Clarina, dove la ragazza aveva anche allenato per un periodo: "Ricordandone le doti di atleta e di brava allenatrice della nostra squadra, l’Atletica Clarina Trentino si stringe al dolore delle famiglie Andreatta e Chesani per la prematura e tragica scomparsa di Alessia" scrive la società.

"Una carriera avviata in campo farmaceutico, trent'anni compiuti a febbraio, la maggioranza dei quali passati in pista, come atleta prima (Ataf Trento e Atletica Clarina) e come collaboratrice poi, con un occhio di riguardo sempre verso il cugino Silvano Chesani di cui era una delle più appassionate sostenitrici. Il Comitato FIDAL Trentino in questo triste giorno si vuole unire al dolore della famiglia e dello stesso Silvano, nella consapevolezza dell'enormità della perdita" scrive la Federazione di atletica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente sulla A22, la vittima è Alessia Andreatta

TrentoToday è in caricamento