Incidenti stradali

Sul lago per lavorare, morto a 21 anni nel dirupo: il dramma di Federico

Fuori strada con la moto

Federico Proietti Lippi aveva solo 21 anni: un'età in cui è anche solo ingiusto pensare che una vita possa spezzarsi. Invece, in questa triste vicenda le cose sono andate proprio così. Domenica sera è finito fuori strada con la sua moto Ducati mentre percorreva la discesa di via Benaco, la Strada provinciale 38, in località Pieve: poco dopo le 22.30 avrebbe perso il controllo della due ruote lungo un tornante. Per questo è uscito dalla carreggiata ed è letteralmente volato per diversi metri nel dirupo sottostante. Soccorso dai tecnici del Soccorso alpino della Valsabbia, dai vigili del fuoco di Salò e Tremosine, dalle ambulanze di Croce Bianca e volontari del Garda, dall'elisoccorso decollato da Brescia, è stato rianimato a lungo ma è purtroppo spirato per le conseguenze dell'impatto. I rilievi, affidati ai carabinieri di Salò, escludono il coinvolgimento di altri veicoli.

Chi era Federico Proietti

Classe 2001 e 22 anni ancora da compiere, Federico Proietti Lippi era nato a Riva del Garda e per lungo tempo aveva abitato in Trentino. Gli anni della gioventù li ha passati a Bezzecca, in val di Ledro (dove, come riporta L'Adige, si svolgeranno i funerali domani, mercoledì 28 giugno, alle 11, ndr). E proprio a Bezzecca si stanno vivendo giorni di sconforto e di lutto dopo aver appreso della tragica scomparsa di Federico. Si era poi trasferito a Verona, dove aveva vissuto qualche anno insieme alla madre, per poi spostarsi nuovamente sul Garda trentino: da diversi anni passava l'estate sul Benaco bresciano per lavoro. Abitava a Tremosine in località Bazzanega, in un appartamento condiviso con un amico. Da circa tre anni era dipendente stagionale della Limone Rent Boat, società di noleggio barche sul lungolago di Limone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sul lago per lavorare, morto a 21 anni nel dirupo: il dramma di Federico
TrentoToday è in caricamento