rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Moena

Incidente sul lavoro a Moena, i sindacati: "È un'emergenza, basta appalti al ribasso"

Le sigle dell'edilizia tornano a chiedere investimenti in formazione e sicurezza

Dopo poche ore dall'incidente di martedì 23 novembre a Moena, nel quale sono rimasti feriti due operai mentre lavoravano in un cantiere edile, arriva la dura presa di posizione dei sindacati di categoria. La denuncia è delle sigle dell'edilizia Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil: "È una vera e propria emergenza che va contrastata con determinazione" dicono i tre segretari provinciali Sandra Ferrari, Fabrizio Bignotti e Matteo Salvetti.

"Non si può far finta di pensare che tutto questo sia normale o che sia il prezzo da pagare alla ripartenza economica. Noi non ci stiamo e chiediamo che si arrivi subito, in questo contratto provinciale, all’istituzione della figura del rappresentante territoriale dei lavoratori per la sicurezza. Chiediamo anche alle imprese un atto di responsabilità, perché la sicurezza è una priorità per tutti, lavoratori e datori di lavoro".

Al momento non sono ancora chiare le cause che hanno portato al grave ferimento di due operai questa mattina nel cantiere del comune al confine tra le valli di Fiemme e Fassa. "Quel che possiamo dire - concludono i segretari - è che nessun incidente avviene per caso, ma è sempre il risultato finale di scarsa formazione o mancanza di investimenti in sicurezza o al ricorso a forme contrattuali in dumping (cioè al ribasso ndr). Capita spesso che a prendere un appalto siano imprese non strutturate, che ricorrono a squadre di partite Iva".

Dalle sigle sindacali anche vicinanza e solidarietà ai due operai feriti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente sul lavoro a Moena, i sindacati: "È un'emergenza, basta appalti al ribasso"

TrentoToday è in caricamento