Cronaca

Monte Brento, si lancia con la tuta alare e va a sbattere contro uno zoccolo: donna elitrasportata in ospedale

La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata verso le 10.15. La donna ha riportato diverse contusioni e possibili traumi, la diagnosi è in corso

È stata elitrasportata all'ospedale Santa Chiara di Trento la base jumper polacca del 1983 che nella mattinata di giovedì 3 giugno è andata a sbattere contro uno zoccolo dopo essersi lanciata con la tuta alare dal Becco dell'Aquila (Monte Brento, Valle della Sarca), nel Comune di Dro. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata verso le 10.15.

La donna ha riportato diverse contusioni e possibili traumi, la diagnosi è in corso. Dopo essersi lanciata con la tuta alare dal Becco dell'Aquila ed essere andata a sbattere contro lo zoccolo della via Vertigine del Monte Brento, la base jumper aveva la vela ancora aperta ed è riuscita a planare nel prato di atterraggio sottostante. 

Il Tecnico di Centrale Operativa del Soccorso Alpino e Speleologico, con il Coordinatore dell'Area operativa Trentino meridionale, hanno chiesto l'intervento dell'elicottero e della Stazione di competenza di Riva del Garda. Sul posto anche i Vigili del Fuoco. La donna, cosciente, è stata stabilizzata dall'equipe medica, recuperata a bordo dell'elicottero e trasferita all'ospedale Santa Chiara di Trento per gli accertamenti medici. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monte Brento, si lancia con la tuta alare e va a sbattere contro uno zoccolo: donna elitrasportata in ospedale

TrentoToday è in caricamento