menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fuoristrada precipitato: recuperato il corpo del ragazzo morto

La salma è stata recuperata questa mattina attorno alle nove. Filippo Martello, 25 anni, viveva con i genitori alla Baltera di Riva. L'amico Paolo Casali è ricoverato al Santa Chiara

Drammatico incidente automobilistico sulle montagne del Trentino che sovrastano Comano Terme, dove un fuoristrada con a bordo due venticinquenni del Basso Sarca è precipitato per circa 130 metri nella zona del rifugio Don Zio Pisoni, al Monte Casale. Uno dei giovani, Paolo Casali, originario di Arco, è riuscito a saltare dalla macchina e grazie al cellulare ha poi dato l'allarme. E' stato individuato e messo in salvo. Si trova ora ricoverato all'ospedale Santa Chiara di Trento, dove è stato portato dopo un primo ricovero al nosocomio di Tione. Nella caduta ha riportato la frattura di alcune costole e un trauma cranico.

L'auto è stata ritrovata dagli uomini del soccorso alpino di Riva del Garda e Stenico circa 250 metri più in basso rispetto alla zona da cui era precipitata. A pochi metri di distanza è stato rinvenuto il corpo del secondo ragazzo. Si tratta di un giovane di 25 anni, Filippo Martello, originario di Arco ma residente a Riva del Garda, nel quartiere Baltera, dove viveva con i genitori.

La sua salma  è  stata  recuperata questa mattina attorno alle nove dai soccorritori, a causa delle difficili condizioni meteo che per tutta la giornata di ieri hanno interessato il Trentino e la zona del Monte Casale dove è avvenuto l'incidente.

I due ragazzi erano partiti venerdì sera alle 21.30 da Arco e si sono diretti nella zona del rifugio Don Zio Pisoni al Monte Casale, utilizzando la strada che sale da Comano Terme. Poi, nei prati della zona, il drammatico incidente. Verso le 22.30 è giunta la prima richiesta di soccorso. Il giovane, sotto shock, ha chiarito di non sapere dove si trovava. Localizzato grazie al Gps e alle cellule attivate dal suo telefonino,  alle 4.30 è stato raggiunto, soccorso e quindi trasferito all'ospedale di Tione, prima, e in quello di Trento, poi.

Il fuoristrada Toyota è caduto poco lontano dalla ferrata Che Guevara, che sale da Pietramurata nella valle dei laghi. Il mezzo sarebbe precipitato durante una manovra in retromarcia. Non è ancora chiaro se i due ragazzi si siano persi a causa della nebbia che gravava nella zona, che impediva la visuale a più di due metri, ed abbiano poi tentato di invertire il senso di marcia.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Attualità

Governo al lavoro per il pass: come averlo

Attualità

Tutti i canti popolari del Trentino disponibili online

Ultime di Oggi
  • Attualità

    La bozza del decreto riaperture: le nuove regole fino al 31 luglio

  • Attualità

    Sanità, gli ospedali di Borgo e Tione liberi dal Covid

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 4 decessi e +85 nuovi contagi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento