menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'intervento dei pompieri (foto Vvf Riva)

L'intervento dei pompieri (foto Vvf Riva)

Paura sul lago di Garda per un incendio, a fuoco un tetto: intervengono 'operai-eroi'

Il rogo a Limone sul Garda, nel Bresciano. Sul posto i vigili del fuoco di Riva, che hanno estinto l'incendio

Paura nella mattinata di lunedì 16 dicembre a Limone sul Garda, Brescia, dove il tetto di una casa del centro storico ha preso fuoco. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco di Riva del Garda. 

L'intervento degli 'operai-eroi'

Il rogo ha avuto origine nella canna fumaria e si è propagato a una porzione del tetto, in legno. Ad accorrere per primi nel tentativo di spegnere le fiamme due operai di un vicino cantiere edile, che con un estintore hanno contenuto l'incendio mentre aspettavano i soccorsi. I pompieri di Riva hanno poi estinto il fuoco, e in seguito bonificato l'area.

Vigili del fuoco Limone

"L'incendio - si legge in una nota del corpo di Riva - avrebbe potuto avere risvolti peggiori se non fosse avvenuto il primissimo intervento messo in atto dai due operai seguito poi dall'arrivo sul posto dei vigili del fuoco di Riva del Garda. Nei centri storici tutte le case sono contigue non è infrequente che un incendio passi da casa a casa proprio tramite le travi lignee delle coperture".

A collaborare con i pompieri, il cui intervento è durato circa tre ore, anche i vicini, che hanno aperto le proprie case per consentire un accesso più facile alle diverse aree del tetto. Sul posto erano presenti anche i vigili del fuoco volontari di Salò, la polizia locale del comune di Limone ed il gruppo Alpini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento