menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bruciata legnaia a Monte Terlago, vigili del fuoco al lavoro per 8 ore

È andato tutto distrutto. Un duro colpo per l'anziano proprietario del deposito, Mario Depaoli e per i suoi figli Marco, Andrea e Loris impegnati nell'azienda agricola. Sulle cause del rogo stanno indagando i carabinieri

I bagliori delle alte fiamme e lo scoppio di alcuni pneumatici hanno destato il vicinato che ha dato l'immediato all'arme. Erano le 1.30 della scorsa notte e a bruciare era una grossa legnaia e fienile della famiglia Depaoli di Monte Terlago, in via Valar. Immediato l'intervento dei corpi dei Vigili del Fuoco Volontari di Terlago e di Sopramonte, supportati dai permanenti di Trento. Non si registra alcun ferito, ma i 35 pompieri hanno dovuto lavorare fino alle prime ore della mattinata per avere ragione dell'incendio che ha divorato circa 150 quintali di legna e 200 di fieno. Nello stabile, fortunatamente completamente isolato rispetto a qualsiasi altro edificio, erano custoditi anche dei rimorchi e altri utensili agricoli. È andato tutto distrutto. Un duro colpo per l'anziano proprietario del deposito, Mario Depaoli e per i suoi figli Marco, Andrea e Loris impegnati nell'azienda agricola. Sulle cause del rogo stanno indagando i carabinieri di Candriai. Certo è che sembra poter già escludere possa trattarsi di un corto circuito, poiché non v'era alcun impianto elettrico nello stabile. Non si esclude l'origine dolosa del rogo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento