menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bruciati atti giudiziari al Tribunale di Cles, indagano i carabinieri

Dopo aver forzato la porta d'ingresso dell'ufficio hanno appiccato il fuoco ad un armadio. Gli inquirenti ritengono che il gesto sia da attribuire a chi aveva qualche conto in sospeso con la giustizia

Un incendio di natura dolosa è divampato all'alba di oggi nella sezione distaccata di Cles del Tribunale di Trento. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, ignoti, dopo aver forzato la porta d'ingresso dell'ufficio, che dà sulla strada, hanno appiccato il fuoco ad un armadio contenente atti processuali.

L'allarme è stato lanciato verso le 7 da alcuni passanti che hanno notato del fumo uscire dalla finestra dell'ufficio. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco volontari del posto e quelli permanenti di Trento che hanno spento il focolaio d'incendio. I carabinieri del Comando provinciale di Trento hanno avviato rilievi tecnici. Dalle prime notizie pare che per appiccare il fuoco siano stati usati sistemi rudimentali. Gli inquirenti ritengono - considerato il tipo di documenti distrutti - che il gesto sia da attribuire a chi aveva qualche conto in sospeso con la giustizia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Servizi bar e ristorazione all’aperto: tutte le indicazioni

social

Offerte di lavoro: in Trentino si cercano marinai

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Sanità, gli ospedali di Borgo e Tione liberi dal Covid

  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 4 decessi e +85 nuovi contagi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento