Incassa assegno sociale di un parente per 14 anni: denunciata

L'episodio in Alto Adige. La donna era riuscita a ottenere indebitamente 113mila euro, ma la guardia di finanza l'ha incastrata

Guardia di finanza (foto Ansa)

Per 14 anni è riuscita a incassare indebitamente l'assegno sociale destinato a un parente emigrato in Argentina. L'episodio è accaduto in Alto Adige dove una donna - che con questo metodo illecito aveva ottenuto oltre 113mila euro - è stata denunciata a seguito di un'indagine della guardia di finanza.

La altoatesina, di Merano, ha incassato gli assegni attraverso false autocertificazioni ed alla co intestazione del libretto postale sul quale Inps effettuava i bonifici. Ora la donna dovrà rispondere dell'accusa di truffa aggravata dopo la denuncia delle fiamme gialle che hanno indagano con il coordinamento della Procura della Repubblica di Bolzano.

Alla meranese, proprietaria di una residenza di pregio ad Avelengo e di diversi appartamenti a Merano, sono stati inoltre sequestrati quasi 50mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indagine dei finanzieri è nata da una segnalazione mirata, dal momento che l'assegno continuava ad essere incassato sebbene sussistessero fondati motivi per dubitare dell'effettiva residenza in Italia del titolare del trattamento, un ultraottantenne formalmente stabilito a Merano.
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Valfloriana: auto e moto a fuoco dopo lo schianto, una persona ha perso la vita

  • Valfloriana, incidente mortale: motociclista muore carbonizzato

  • Covid, picco di contagi in Trentino: 76 nelle ultime 24 ore

  • Coronavirus: 32 nuovi casi, ci sono altri 3 contagiati nelle scuole

  • Studente positivo asintomatico: isolati compagni di classe ed insegnanti

  • Paura al Serd: minaccia di morte una dottoressa poi con un coltello buca le ruote ad un'auto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento