Cronaca San Giuseppe / Via Calepina, 14

L'inaugurazione del MUSE sempre più vicina: il 27 luglio si apre

Dopo dieci anni di lavori il Museo della scienza di Trento aprirà finalmente i battenti per offrire un'esperienza sensoriale a 360° per grandi e piccini

MUSE- Trento, visione estrena

Parte il conto alla rovescia: ancora quattro giorni alla tanto attesa apertura del MUSE, il museo della scienza di Trento. L'inaugurazione infatti è prevista per sabato 27 luglio alle 18. Il meastoso museo, firmato dall'architetto genovese Renzo Piano, sorge tra le montagne del Trentino in sostituzione dell'area industriale Michelin.

La struttura del museo, che si snoda su cinque complessi piani, è stata pensata per raccontare in modo accattivante la storia del pianeta Terra in modo da esaudire non solo le aspettative degli adulti, ma anche con un'attenzione particolare verso i bambini.

Dieci lunghi anni di lavoro e tanta strada percorsa per arrivare all'inaugurazione di sabato prossimo che vedrà dare alla luce una struttura molto avanzata dal punto di vista ecosostenibile con strumenti di approvvigionamento energetico che sfruttano diverse tecniche, dal solare al geotermico e che arrivano a sfruttare le fonti fino a cento metri di profondità.

Numerose le attrattive: si va dal bosco interattivo per far scoprire ai più piccoli i segreti della natura fino alle stampanti 3D in cui ognuno può contribuire a dare la sua visione di un mondo ecosostenibile. Una volta oltrepassato l’ingresso, il visitatore è protagonista di un viaggio sensoriale a 360 gradi. Verranno stimolati tutti i sensi per un'esperienza a tuttotondo: sentire l'aria fredda, toccare il ghiaccio, annusare i profumi del bosco, studiare da vicino insetti e animali, ascoltare i rumori della montagna e osservare un’orma di dinosauro.

Programma dell'inaugurazione:

ore 18, inizio della cerimonia di inaugurazione con le presentazioni ufficiali alla presenza dell’architetto Renzo Piano e di istituzioni nazionali di massimo livello. Segue l’orchestra Haydn di Trento e Bolzano che presenta alcuni pezzi di grande richiamo Talk show “Esplorazioni”;
ore 20, le porte del museo si aprono ai visitatori!
ore 22, animazioni scientifiche no stop, dialoghi tra scienza e arte, misteriose invasioni lunari che raccontano l’idea di uno spazio “altro”, di una gravità diversa da quella terrestre. E ancora, quadri di sabbia della più famosa sand artist italiana, light painting e una ulteriore performance collettiva, a fare da corollario agli interventi di approfondimento di Telmo Pievani, Ascanio Celestini, Francesca Mazzalai;
ore 24, il momento più spettacolare e atteso, il VIDEO MAPPING IN 3D “Questo non è un museo”. Grazie alla proiezione di immagini in 3d, le pareti del MUSE si trasformano in un racconto pulsante, cambiando forma e colore e animandosi in un affascinante gioco di luci che non mancherà di coinvolgere e stupire il pubblico presente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inaugurazione del MUSE sempre più vicina: il 27 luglio si apre

TrentoToday è in caricamento