Cronaca Mori

Gassificatore a Mori, Italia Nostra: danno paesaggistico inammissibile

"Andrebbe esclusa a priori la sua realizzazione nel bel mezzo della Vallagarina, consumando altro suolo inedificato, a vocazione agricola, mentre si è ormai perso il conto delle superfici dismesse all'interno delle zone produttive esistenti"

Il rendering dell'impianto

"L'ampio dibattito sul progetto dell'impianto per il trattamento dei rifiuti industriali alle Casotte di Mori e' tutto concentrato sui possibili rischi ambientali del processo, trascurando totalmente il danno paesaggistico, che e' certo e inammissibile". Lo sostiene la sezione trentina di Italia Nostra in una nota. "Non e' escluso che, con i debiti controlli - aggiungono gli ambientalisti - il processo Gasplasma possa risultare una soluzione adeguata. Cio' che andrebbe esclusa a priori e' la sua realizzazione nel bel mezzo della Vallagarina, consumando altro suolo inedificato, a vocazione agricola, mentre si è ormai perso il conto delle superfici dismesse all'interno delle zone produttive esistenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gassificatore a Mori, Italia Nostra: danno paesaggistico inammissibile

TrentoToday è in caricamento