Guardia medica non si presenta al lavoro: denunciato per interruzione di servizio

Conseguenze non solo lavorative per la Guardia medica di Primiero: il dottore è stato denunciato dai Carabinieri

Non presentarsi al lavoro potrebbe costare caro al medico, denunciato dai Caravbinieri del Primiero, per interruzione di pubblico servizio. Il medico in questione ricopre infatti il ruolo di Guardia medica. Il fsatto risale ad una notte di marzo: alcuni pazienti si sono presentati alla porta dell'ambulatorio per un'emergenza. Dopo aver inutilmente suonato il campanello, senza ottenere risposta, sono riusciti ad attirare l'attenzione di alcune infermiere del turno di notte che li hanno accolti al Pronto Soccorso.

Accertato che la Guardia medica fosse assente le infermiere, su direttiva della Centrale operativa di Trentino Emergenza hanno affisso un cartello che invitava l'utenza a rivolgersi al Pronto Soccorso o direttamente al 118. Una vicenda che ha però attirato anche l'attenzione dei Carabinieri i quali, svolti gli opportuni approfondimenti, hanno denunciato la Guardia medica latitante per il reato di interruzione di pubblico servizio.

Potrebbe interessarti

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Orso M49, Fugatti firma una nuova ordinanza: "Sì all'abbattimento in caso di grave pericolo"

  • Pasubio: finalmente riaperta la Strada delle 52 gallerie

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

  • Orso M49: la Provincia pubblica, cinque giorni dopo, il video della cattura

  • In montagna senza smartphone: il rifugio è gratis

  • Si tuffa nel lago e sviene: è la "sincope da immersione", recuperato dai Vigili del Fuoco a nuoto

Torna su
TrentoToday è in caricamento