Giovani attivisti incontrano Ban Ki-Moon, tra loro anche una studentessa di Trento

La studentessa Rossella Sala è stata una delle due italiane ad aver incontrato il Segretario Generale dell'ONU per parlare del ruolo dei giovani nella lotta contro la povertà.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrentoToday

Bruxelles, 27 maggio - Pochi giorni fa, il Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon, in visita a Bruxelles, ha tenuto un vivace dibattito con molti giovani al centro culturale Bozar di Bruxelles.

Alla manifestazione, dal titolo "Il nostro mondo, la nostra dignità, il nostro futuro. L'agenda post-2015 e il ruolo dei giovani", Ban Ki-moon è stato protagonista di un dibattito interattivo ed uno scambio di opinioni sul ruolo dei giovani nello sviluppo internazionale all'interno di una più ampia discussione sull'attivismo giovanile a livello globale. L'evento è stato moderato dal giornalista Beppe Severgnini.

Tra gli invitati all'evento, anche una studentessa dell'Università di Trento: Rossella Sala, 23enne di origine modenese ma residente a Trento da anni, era presente alla manifestazione come Youth Ambassador di ONE. Il prestigioso programma Youth Ambassador, che seleziona ogni anno decine di giovani da tutta Europa per rappresentare l'organizzazione no-profit ONE (impegnata in attività di sensibilizzazione per porre fine alla povertà estrema), ha permesso a due giovani italiane di partecipare all'evento come inviate speciali dall'Italia.

Rossella ha dichiarato: "È stato un enorme privilegio partecipare alla manifestazione con Ban Ki-moon oggi pomeriggio. È molto incoraggiante che lui, e le Nazioni Unite nel suo insieme, prendano sul serio il ruolo che noi giovani possiamo avere nel cambiare il futuro del nostro mondo. Voglio dimostrare che i giovani si interessano alla politica, e crediamo di avere il potere di cambiare le cose. Sono molto felice che il Segretario Generale abbia messo le nostre domande al centro dell'evento di oggi. "

***FINE***

Note per gli editori:

  • Chi siamo: ONE è un'organizzazione internazionale sostenuta da oltre 6 milioni di membri che realizza campagne di sensibilizzazione e svolge attività di pressione per porre fine alla povertà estrema e alle malattie prevenibili, in particolare in Africa. ONE è un'organizzazione indipendente che mira a sensibilizzare l'opinione pubblica e a lavorare con i leader politici per combattere l'AIDS e le malattie prevenibili, aumentare gli investimenti in agricoltura e alimentazione e chiedere ai governi maggiore trasparenza nei programmi di lotta alla povertà. Per saperne di più, consultare la pagina ONE.org.

  • Chi sono gli Youth Ambassador : Il prestigioso programma Youth Ambassador è un programma paneuropeo che vede 250 volontari tra i 18 e 35 anni impegnati a condurre campagne di sensibilizzazione nelle loro comunità e a livello nazionale per lo sradicamento della povertà estrema. Gli Youth Ambassador della seconda edizione del programma provengono da sette paesi europei: Italia, Belgio, Paesi Bassi, Francia, Germania, Regno Unito e Irlanda.

Torna su
TrentoToday è in caricamento