rotate-mobile
Il caso / Pergine Valsugana / località Susà

Gatta impallinata da un cacciatore, il proprietario: "Ti senti più uomo adesso?"

La bella Wilma, un esemplare tigrato di 5 anni, è stata colpita nei giorni scorsi e sta lottando per riprendersi. Oltre allo sfogo sui social il padrone ha deciso di denunciare

Ecco quello che tu (cacciatore anonimo) hai combinato. Spero che adesso ti sentirai ‘uomo’. Ma prova anche a pensare al dolore che hai causato”. A scrivere queste parole sulla pagina Facebook “Sei di Pergine se” è Marco Carlin, protagonista assieme alla sua gatta Wilma di una brutta vicenda capitata domenica 5 novembre.

I fatti si sono svolti a Susà, una delle frazioni del centro della Valsugana, con la gatta di 5 anni colpita da una raffica di pallini dopo lo sparo di un cacciatore. I pallini, come si può notare dalla radiografia fatta all’animale e postata dallo stesso Carlin, si sono propagati in tutto il corpo. Secondo il proprietario della gatta, le cui condizioni sono piuttosto serie, il colpo sarebbe partito a poca distanza dalle case, ovvero la zona in cui solitamente gira Wilma.

La radiografia di Wilma in cui si vedono i pallini che l'hanno colpita

I cacciatori sparano e i pallini colpiscono una famiglia

La reazione

Tristezza, rabbia e preoccupazione sono le emozioni provate da Carlin e dalla famiglia: il proprietario della gatta ha deciso di denunciare il tutto, oltre che sui social, anche alla Forestale.

“Il mio non voleva essere un post contro la caccia. Non considero cacciatore chi spara vicino alle case colpendo animali domestici, ho il massimo rispetto per i veri cacciatori ma per chi si è macchiato di questo reato credo che i vari appellativi usati non siano assolutamente fuori luogo” ha scritto ancora Carlin. Wilma, dopo le cure del veterinario, ha dato timidi segnali di ripresa, ma ci vorranno giorni prima di poter dire che la gatta è fuori pericolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gatta impallinata da un cacciatore, il proprietario: "Ti senti più uomo adesso?"

TrentoToday è in caricamento