rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Brentonico / via de la Val de Vic

Skiarea Garda-Baldo: le funivie di Malcesine chiedono un investimento della Provincia

Collegare il versante veronese del Baldo, a sua volta già collegato con il lago di Garda, e quello trentino per una skiarea transregionale: la Provincia potrebbe mettere sul piatto 12 milioni di euro. Il presidente di Atf"Così facciamo concorrenza al Trentino Alto-Adige"

Dalle sponde veronesi del lago di Garda alle piste da sci del Trentino: è questa l'ipotesi della società scaligera Atf (che gestisce gli impianti del versante veneto del monte Baldo tra cui la funivia Malcesine-Telegrafo) presentata al presidente della provincia Ugo Rossi, in un incontro a cui hanno preso parte anche l'assessore Tiziano Mellarini e gli amministratori deicomuni coinvolti. Un'idea ancora sulla carta ma si parla già di cifre: 18 milioni di euro da Atf (8 per la parte veneta e 10 per quella trentina) e 12 milioni dalla Provincia di Trento.

La notizia arriva dal quotidiano veronese L'Arena, che parla anche di un finanziamento da 8 milioni di euro all'interno del fondo Odi. Il fondo, com'è noto, è stato soppresso a giugno e di conseguenza il finanziamento è sfumato ma potrebbe essere incluso nel nuovo fondo pe ri comuni confinanti varato dalla provincia.

L'idea è di collegare l'area sciistica veronese di Prà Alpesina-Tratto Spino, a sua volta già collegata col Garda, con quella trentina di Polsa-San Valentino: "se Trento accoglie la proposta ed è favorevole al collegamento della parte veronese e trentina del Baldo, possiamo fare un salto di qualità ed entrare in concorrenza con gli impianti del Trentino-Alto Adige" ha dichiarato al quotidiano veronese il presidente di Atf Stefano Passarini, con un evidente lapsus territoriale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Skiarea Garda-Baldo: le funivie di Malcesine chiedono un investimento della Provincia

TrentoToday è in caricamento