menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operazione "Self Service": 100.000 litri di gasolio rubati, 6 arresti

Ecco i numeri dell'operazione transnazionale condotta dalle forze di polizia di Trento e Linz per sgominare una banda accusata di centinaia di furti di schede carburante

Sono 15 le persone coinvolte, a vario titolo,nell'operazione Self Service, svolta dalle forze di polizia italiane ed austriache per sgominare una banda transnazionale dedicata al furto di carte carburante. In particolare gli investigatori della Squadra Mobile di Trento, nella seconda metà del 2015, dopo alcuni furti di schede di carburante avvenute in Trento e Ala, ai danni di aziende di trasporti, viste le modalità delle azioni, intuirono che si trovavano di fronte ad una organizzazione strutturata che rivendeva il carburante prelevato dai distributori grazie alle tessere rubate. Le indagini hanno rivelato come la banda criminale da luglio a novembre 2015 abbia commesso 14 furti ai danni di aziende del settore autotrasporti in Italia e, tra la fine del 2014 e l’inizio 2015, 12 furti in Austria. Nelle prime ore del mattino di ieri sono state eseguite le varie ordinanzze: 4 custodie cautelari in carcere, 3 custodie cautelari degli arresti domiciliari e 7 denunciati a piede libero, un'altra persona risulta ancora latitante. Diverse le nazionalità dei membri della banda: italiana, slovena,  macedone, bulgara e rumena. 

La Questura di Trento e la Landespolizeidirektion di Linz hanno presentato oggi congiuntamente i risultaati dell'operazione: I furti sono avvenuti in 10 provincie italiane (Trento, Treviso Ferrara, Modena, Piacenza, Brescia, Bergamo, Pavia, Torino, Novara) e in 3 länder austriaci; 14 aziende italiane e 12 aziende austriache vittime dei furti; 145 carte di credito carburante rubate; 22 le tessere viacard rubate; 5 le tessere varie (postepay – autostradali estere ecc..), 288 gli utilizzi indebiti delle carte rubate in Italia; 113.490 i litri di gasolio prelevato indebitamente in Italia; 65.590 i litri di gasolio prelevato indebitamente in Austria; causando oltre un milione di euro il danno economico. Nell’esecuzione delle ordinanze sono stati coinvolti gli Uffici Interpool e le polizie dell’Austria, Bulgaria, Macedonia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Bollettino coronavirus: 2 decessi e +275 nuovi contagi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento