Martedì, 23 Luglio 2024
meteo 0 °
Cronaca Mori / Della Stazione

Furto di rame a Mori, solo uno finisce in carcere: era un ricercato internazionale

Arrestati dai Carabinieri nella notte quattro cittadini rumeni. Nell'auto avevano 200 kg di cavi di rame rubati dalla messa a terra della linea ferroviaria. Su uno di loro pendeva un mandato di cattura internazionale: resterà in carcere a Spini mentre gli altri tre se la cavano con 600 euro di multa

Stavano imboccando l'autostrada, convinti di andarsene con il bottino: 200 kg di cavi di rame, rubati dalla stazione ferroviaria di Mori. Sono stati fermati da una pattuglia da una pattuglia dei Carabinieri, che hanno scoperto il carico di rame rubato ed arrestato i quattro: cittadini rumeni residenti nel veronese, di cui due poco più che ventenni. Proprio uno dei due più giovani della banda, classe 1991, era già ricercato per furto dall'Autorità giudiziaria rumena e su di lui pendeva un mandato di cattura internazionale. Questa mattina, giovedì 31 ottobre, tutti e quattro sono stati giudicati per direttissima al Tribunale di Rovereto: il ricercato sconterà i 10 mesi di reclusione previsti mentre gli altri tre sono liberi, per effetto della sospensione condizionale, ma condannati a pagare 600 euro di multa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di rame a Mori, solo uno finisce in carcere: era un ricercato internazionale
TrentoToday è in caricamento