Ladri di mele in azione a Spormaggiore

Un'auto ferma tra i filari e due persone intente a raccogliere mele: una scena consueta in questo periodo in Val di Non se non fosse stato per l'orario, sul far della sera, e per il fatto che i due, come ha confermato poi il proprietario del frutteto, non erano addetti alla raccolta. A notare l'auto sono stati i carabinieri che sono arrivati a denunciare i due, 40enni cittadini bulgari residenti a Vezzano, per furto aggravato. Alle domande dei militari i due hanno risposto di essere dipendenti del contadino e di essersi trattenuti oltre l'orario ma i tentennamenti nel dire chi fosse e dove abitasse il proprietario hanno ulteriormente insospettito i carabinieri. Il contadino non li ha infatti riconosciuti come dipendenti, e per i due è scattata la denuncia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • "Aiuto, c'è una donna con lenzuolo bianco sulla statale": chiamano il 112 per la Samara challange

  • Il supermercato più conveniente di Trento? Ecco il "calcolatore" online di Altroconsumo

  • Incendio in casa: morta una mamma, grave il suo bambino

  • Tornano all'auto parcheggiata in via Grazioli e ci trovano dentro il ladro

Torna su
TrentoToday è in caricamento