Cronaca

Rapinato in treno il senatore Tonini, sparita la carta di credito

Il ladro, arrestato, ha speso in pochi minuti oltre duemila euro, anche in un negozio Prada di Bologna

Derubato della carta di credito in treno, il sentore trentino Giorgio Tonini si e' ritrovato 2.160 euro spesi in pochi minuti.

E' accaduto nel viaggio tra Trento e Roma, mentre si era addormentato. E' stato svegliato da un sms sul proprio cellulare, con la notifica della spesa, in un negozio Prada di Bologna. L'episodio risale allo scorso giovedi', quando era partito col treno delle 7.30.

Il senatore ha riferito di avere chiesto aiuto alla polizia ferroviaria e che il ladro e' stato catturato il giorno successivo, grazie alle telecamere del negozio. E' un uomo con precedenti, soprannominato l'Arsenio Lupin dei treni, che risulta commettere furti su commissione per pagare debiti di gioco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinato in treno il senatore Tonini, sparita la carta di credito

TrentoToday è in caricamento