Furto di cani a Ravina: spariti cuccioli e adulti di razza setter

Gli animali, 3 adulti e 4 cuccioli nati il 7 aprile erano tenuti in una gabbia chiusa con il lucchetto, che qualcuno ha forzato. Sul luogo del furto, riferisce Rttr, una scritta di rivendicazione del Fronte liberazione animali che, però, non convince i proprietari

Un setter inglese: la stessa razza di quelli rubati nella notte di giovedì

Furto di cani la notte tra giovedì e venerdì sul sentiero che porta verso Maso Montalto, sopra Ravina. Gli animali, 3 adulti e 4 cuccioli nati il 7 aprile, tutti di razza setter, erano tenuti in una gabbia chiusa con il lucchetto, che qualcuno ha forzato. Sul luogo del furto, riferisce Rttr, una scritta di rivendicazione del Fronte liberazione animali che, però, non convince la cugina del proprietario, cacciatore, che aveva nel recente passato anche ricevuto lettere anonime che lamentavano l'abbaiare dei cani. Quindici giorni prima del furto i cani si erano sentiti male ed il veterinario aveva detto che si trattava di un avvelenamento.

Può essere quindi che chi ha commesso il fatto, su cui è stata presentata una denuncia, abbia tenuto d'occhio per un po' di tempo la situazione. "Bisogna conoscere bene il luogo, sapere come arrivare e sapere che qui c'erano questi animali, che appartengono ad un mio parente ma di cui io mi sono sempre occupata in prima persona e a cui sono affezionata", ha spiegato Romina Coser davanti alle telecamere di Rttr. "Chi ha operato in questa sede - ha aggiunto - non può definirsi un amante degli animali, ma di sicuro è un delinquente". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Incidente a Besenello: tre feriti e traffico impazzito

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

  • Auto sfiorata dalla valanga, maestro di sci salvo: pubblica le foto su Facebook

Torna su
TrentoToday è in caricamento