rotate-mobile
Cronaca Mattarello / località Mattarello

Raid nelle auto a Mattarello: il ladro incastrato dal Dna nove mesi dopo

Durante il raid in una quindicina di auto parcheggiate presso il cimitero si era ferito, l'analisi dei campioni di sangue ha portato ad identificare e denunciare il 33enne

Aveva forzato le portiiere di una quindicina di auto nel parcheggio delcimmitero  di Mattarello, rubando unpaio di occhiali, un tablet e pochi contanti. Il fatto risale all'ottobre del 2015 ed oggi, a nove mesi di  distanza, è stato identificato e denunciato.

Ad incastrare il 33enne cittadino tunisino è stato il Dna prelevato da alcune gocce di sangue trovate in una delle auto scassinate. Molto probabilmente il ladro si era ferito mentre tentava di forzare la serratura. I campioni sono stati inviati al Ris di Parma che ha stabilito con esattezza l'identità dell'uomo, ora accusato, oltre che di furto e danneggiamenti, anche di evasione visto che all'epoca dei fatti si trovava già agli arresti domiciliari per fatti analoghi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raid nelle auto a Mattarello: il ladro incastrato dal Dna nove mesi dopo

TrentoToday è in caricamento