Furti nelle stanze dell'hotel senza segni di scasso: arrestata ex collaboratrice

L'episodio a Badia, Alto Adige. Le indagini sono partite dopo la denuncia di un turista

Repertorio

Furti nelle stanze di un hotel senza che vi fossero segni di scasso. È accaduto in una struttura di Badia, Alto Adige, dove i carabinieri hanno arrestato un ex collaboratrice dopo averla individuata come responsabile.

L'indagine

Le indagini sono partite dopo la denuncia di un turista 54enne padovano, il quale ha segnalato che dalla propria stanza d’albergo erano stati sottratti gioielli e contanti, il tutto senza che vi fossero segni di forzatura. Ad essere rubati un bracciale d’oro del valore di circa 600 euro, un paio di orecchini in oro con brillanti Swarovski, e la somma in contanti di circa 550 euro.

Le modalità del furto hanno ricordato ai militari un episodio analogo avvenuto nel corso della stagione sempre nello stesso albergo. A quel punto le indagini si sono concentrate su chi poteva avere accesso alle stanze, arrivando a individurare una 48enne romena, ex collaboratrice della struttura, come sospettata.

Ulteriori accertamenti hanno consentito di riscontrare i precedenti della donna e di procedere ad una perquisizione, trovando la refurtiva nella sua abitazione. Gli orecchini Swarovski, infatti, erano in bella vista in casa sua, dove è stato trovato anche un bracciale in oro oggetto del precedente furto, nonché la somma in contanti sottratta.

La 48enne è stata denunciata a piede libero per furto e ricettazione. La refurtiva è stata recuperata dai carabinieri che l'hanno prontamente restituita ai legittimi proprietari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Via Suffragio, tutti a cercare la fede nuziale perduta: una fiaba a lieto fine

  • Droga a Trento, maxioperazione all'alba: i carabinieri arrestano 23 persone

Torna su
TrentoToday è in caricamento