Vanoi e Tesino: entra nei masi e ruba di tutto, identificato dopo un mese

E' accusato di 13 furti nel corso dei quali ha rubato di tutto, perfino l'auto usata per mettere a segno i colpi è stata rubata

Aveva deciso di "ripulire" le valli del Vanoi e del Tesino entrando in masi e case isolate per trafugare di tutto (vedi  foto): sci, articoli sportivi, attrezzatura da  lavoro, catene da neve e... un tasso impagliato. I carabinieri della stazione di Canal San Bovo, allertati a fine dicembre per l'ennesimo furto, hanno dato corso alle indagini, che si sono concluse ogg anche grazie alla collaborazione degli uomini della forestalei: il presunto ladro ha 48 anni, nazionalità austriaca, in Italia senza fissa dimora, qualche precedente per simili reati.

Oltre ai 13 furti consumati in zona avrebbe anche rubato due auto, in due distinti episodi, nelle province di Trieste e Pordenone. Una  delle due, quella usata per mettere  a  segno i colpi in Trentino, è stata sequestrata. Impressionante la quantità di oggetti rubati: è in corso la  restituzione dell  refurtiva ai legittimi proprietari, ma anche le indagini proseguono, per verificare eventuali responsabilità del denunciato  in altri furti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

Torna su
TrentoToday è in caricamento