rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Povo / Via Sommarive

Funicolare Trento-Povo: si punta agli aiuti europei, ma la città è divisa

Gli altissimi costi di realizzazione del progetto dividono politica e cittadini. La Provincia intanto fa sapere che la funicolare potrebbe venire finanziata al 50% da Bruxelles tramite la Banca Europea degli investimenti. Sul tavolo ci sarebbero dunque 13 milioni di euro, finanziabili con un tasso vantaggioso dell’1% annuo

Continua a far discutere il progetto della funicolare per collegare Trento e la collina di Povo. Dopo le preplessità arrivate dall'interno della maggioranza, Vanni Scalfi in testa, l'opera ha sollevato un coro di no anche tra le minoranze. Sotto accusa, per Lega e Forza Italia, i costi elevatissimi di un progetto che anche all'interno del PD faticano a giudicare come prioritario per il capoluogo: 28 milioni di euro per cinque minuti di funicolare, in grado di rafforzare i collegamenti pubblici verso la collina universitaria.

La Provincia intanto ha fatto sapere che la funicolare potrebbe venire finanziata al 50% da Bruxelles tramite la Banca Europea degli investimenti. Sul tavolo ci sarebbero dunque 13 milioni di euro, finanziabili con un tasso vantaggioso dell’1% annuo. In attesa del via libera dell'Unione Europea i cittadini intanto si dividono.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funicolare Trento-Povo: si punta agli aiuti europei, ma la città è divisa

TrentoToday è in caricamento