Funicolare del Bondone, Rossi apre al progetto

Il tema sarà in agenda nell'incontro tra comune di Trento e il governatore in programma la prima settimana di ottobre. Il costo totale dell'opera si aggirerebbe attorno ai 55 milioni, 35 per la realizzazione della prima tratta fino a Sardagna e un centro intermodale con parcheggi all'area Ex-sit. I restanti 20 milioni dovrebbero metterceli i privati

Dopo anni di discussioni e rinvii potrebbe arrivare presto una svolta per la funicolare Trento-Bondone, un collegamento che andrebbe a sostituire la vecchia funivia di Sardagna e poi salire fino a Vason con una tappa a Vaneze. Diciotto minuti dalla città alle piste da sci. Il tema sarà in agenda nell'incontro tra comune di Trento e il governatore Rossi in programma la prima settimana di ottobre. Il costo totale dell'opera si aggirerebbe attorno ai 55 milioni, 35 per la realizzazione della prima tratta fino a Sardagna e un centro intermodale con parcheggi all'area Ex-sit. I restanti 20 milioni dovrebbero metterceli i privati. In questo senso Trentino Sviluppo ha avviato un studio di fattibilità che ha suscitato l'interesse di due colossi del trasporto a fune le aziende altoatesine Leitner e Doppelmayr. Il modello potrebbe essere quello della funicolare del Renon, ma Trento in aggiunta può contare sulla calamita del Muse, una risorsa preziosissima a poche centinaia di metri dalla partenza della funivia.



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nei boschi di Pinè: cacciatore spara agli amici

  • Trento, accoltellato dalla fidanzata: ragazzo soccorso per strada e trasportato in ospedale

  • Le migliori osterie del Trentino secondo Slow Food

  • Camion bloccato dalla neve: arrivano i Vigili del Fuoco con l'autogru

  • Guida Michelin 2020: ecco i ristoranti "stellati" in Trentino

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

Torna su
TrentoToday è in caricamento