menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Vigili del fuoco al lavoro per liberare la strada

Vigili del fuoco al lavoro per liberare la strada

Val Genova: turisti accompagnati a riprendere le auto. Strada ancora chiusa, previsti temporali

Vigili del fuoco e Soccorso Alpino hanno portato in salvo decine di persone, la strada è stata liberata ma rimane chiusa in vista di un nuovo peggioramento delle condizioni meteo

Tanta paura ma fortunatamente nessuna conseguenza fisica per i turisti rimasti "intrappolati" dalla frana in Val Genova. Cinquanta metri cubi di sassi e fango si sono riversati sull'unica strada che porta al paese di Carisolo. Circa 90 persone si sono ritrovate improvvisamente bloccate nella valle ai piedi dell'Adamello.

Nuova allerta: temporali fino a Ferragosto

A gestire la situazione in prima battuta è stato il gestore del Rifugio Bedole, che è anche membro del soccorso alpino. Dopo il temporale, scatenatosi verso le 17, è sceso in auto a controllare la strada, trovandola sbarrata da una montagna di massi. Ha immediatamente dato l'allarme per poi tornare al rifugio e fornire ospitalità e supporto ai turisti: escursionisti, famiglie, molti bambini. Qualcuno era completamente bagnato, dopo essere stato sorpreso dal temporale.

I vigili del fuoco sono riusciti ad aprirsi un varco e a raggiungere le comitive. "Qualcuno era un po' spaventato ma fortunatamente non c'erano situazioni di pericolo, nessun caso di ipotermia; certo erano tutti un po' disorientati", racconta Fabrizio Masè, comandante dei Vigili del Fuoco volontari di Strembo.

I mezzi dei corpi di Carisolo, Pinzolo, Caderzone, Strembo e del soccorso alpino hanno fatto la spola per portare le persone al sicuro. Quasi tutti alloggiavano in valle e sono stati accompagnati negli alberghi e nei residence. Un gruppo di cinque persone della Val di Ledro è stato riportato a casa.

Oggi, martedì 11 agosto, dopo il via libera del geologo provinciale, la strada è stata riaperta. Si è trattato infatti di una scarica di sassi, trasportati dall'impeto del rio Gabbiolo, improvvisamente gonfiatosi d'acqua. La strada non ha subito alcun danno. I vigili del fuoco stanno riaccompagnando i turisti a recuperare le auto. La strada è stata liberata ma rimane chiusa per precauzione, anche perché le previsioni meteo annunciano nuovi temporali. Attualmente si può transitare fino al Rifugio Stella Alpina.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Trento usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rifugio sommerso dalla neve, i gestori chiedono aiuto ai trentini

Attualità

Chiusa per pericolo valanghe l'area del Mugon sul Monte Bondone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento