rotate-mobile
Marmolada

Frana in Marmolada, si monitora la situazione

Intorno alle 17.30 di ieri si è staccato materiale roccioso con un volume compreso tra i 100 e i 200 metri cubi

Il crollo roccioso verificatosi attorno alle 17.30 di ieri, martedì 16 agosto, non ha interessato percorsi normalmente frequentati da escursionisti.

A dirlo sono i primi riscontri del servizio geologico della Provincia che ha nel tardo pomeriggio di ieri ha effettuato un sorvolo sulla zona interessata dalla frana. Si esclude pertanto il coinvolgimento di persone.

La zona è piuttosto impervia: difficile stimare le dimensioni del fenomeno che tuttavia sembrano più contenute rispetto alla prima impressione dato che il movimento ha generato una nuvola di polvere. La situazione non sembra problematica dal punto di vista geologico, ma potrebbero verificarsi nuovi crolli nei prossimi giorni.

La frana si è staccata su cima Uomo, a 3.010 metri di altitudine, nel massiccio della Marmolada. Il distacco ha un volume compreso tra i 100 e i 200 metri cubi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Frana in Marmolada, si monitora la situazione

TrentoToday è in caricamento