rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Montagna

Sprofonda in una trincea di guerra coperta dalla neve: l'intervento

Il fatto è avvenuto non molto lontano dal confine

È finito dentro a una trincea ricoperta di neve, il 63enne salvato dal Soccorso alpino intorno all'ora di pranzo di oggi, venerdì 13 gennaio, non molto lontano dal confine con il Trentino Alto Adige, in Veneto.

L'allarme è scattato intorno alle 12.30 l'escursionista parmense è sprofondato all'improvviso in una voragine apertasi nella neve sotto i suoi piedi. Il 63enne stava facendo un giro con le ciaspole con un amico sul Monte Fior, era finito a 3 metri di profondità in una trincea della guerra, coperta da uno strato di neve trasportata dal vento, e non riusciva a risalire.

Una squadra del Soccorso alpino di Asiago è partita dalle Melette con la motoslitta per eventuale supporto, l'elicottero di Treviso emergenza ha nel frattempo individuato il punto esatto, guidato anche dalle indicazioni del compagno dell'escursonista intrappolato.

Sbarcato nelle vicinanze, il tecnico di elisoccorso ha attrezzato un ancoraggio e si è calato nella trincea, verificando che l'uomo fosse in buone condizioni. Dopo averlo assicurato, il soccorritore è risalito e lo ha aiutato a uscire.

Data la dinamica dell'incidente, l'escursionista è stato imbarcato, e con lui l'amico, e trasportato fino al rendez vous con l'ambulanza, che lo ha accompagnato all'ospedale di Asiago per i dovuti accertamenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sprofonda in una trincea di guerra coperta dalla neve: l'intervento

TrentoToday è in caricamento