menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo, i sindacati: "Raccolta fondi come per il Nepal"

Appello alla Provincia per attivare un Fondo di solidarietà: "La priorità è sostenere lavoratori e imprese"

Un Tavolo permanente per l'emergenza ambientale, un Fondo di solidarietà territoriale ed il potenziamento di personale. Sono queste le proposte portate da Cgil, Cisl e Uil al vertice convocato venerdì 9 novembre dal presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti per elaborare misure efficaci volte a far ripartire il sistema produttivo locale dopo l'emergenza maltempo. 

"L'incontro - si legge in una nota congiunta a firma delle tre sigle sindacali - si è posto nel solco del positivo metodo di concertazione delle decisioni sperimentato in Trentino fino a questo momento. La priorità è sostenere le imprese e i lavoratori che il maltempo ha costretto a fermarsi. Facciamo appello a tutte le aziende perché si attivino da subito per chiedere le misure di sostegno previste dal Fondo di solidarietà trentina".  

Cgil Cisl Uil hanno proposto inoltre, sulla base delle positive esperienze già sperimentate nella gestione di altre importanti emergenze come il terremoto in Nepal, quello in Emilia Romagna e in centro Italia, che si attivi una raccolta fondi che coinvolga sia i lavoratori sia le imprese per aiutare le popolazioni maggiormente penalizzate “attivando e gestendo in tempi rapidi i contributi che possono arrivare dalla nostra comunità, abituata a reagire rapidamente e in modo coeso alle difficoltà”. Infine le tre confederazioni hanno chiesto di prevedere il coinvolgimento delle organizzazioni sindacali di categoria nei tavoli tecnici di comparto, in particolare agricoltura e legno, ad oggi gestiti da Dipartimento provinciale Territorio, Agricoltura, Ambiente e Foreste.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rischia la zona rossa? 

Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Attualità

Giovo è in zona rossa, cosa si può fare?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento