Malore collettivo per gli studenti in albergo, ipotesi più accreditata: norovirus

Ecco i risultati dell'indagine epidemiologica


Epidemia per due scolaresche in un albergo di Folgarida: l’ipotesi più accreditata è che si tratti di norovirus, un agente infettivo che si propaga per contatto. Questo il verdetto dell'Azienda sanitaria trentina, oggi impegnata con ben altra emergenza (leggi Coronavirus), sul duplice caso di malessere collettivo verificatosi in Val di Sole nelle scorse settimane.

"Il norovirus è stato identificato come possibile causa dei malori - si legge nella nota divulgata da Apss nel pomeriggio di venerdì 28 febbraio -. L’inchiesta epidemiologica e le indagini ambientali non hanno reso possibile definire con certezza se l’episodio epidemico sia
stato causato da un microrganismo presente all’interno dell’albergo o se l’infezione è stata provocata da qualche ospite già contagiato all’arrivo nella struttura".

Cos'è il norovirus

Il norovirus è un agente infettivo che si propaga direttamente da persona a persona oppure tramite alimenti contaminati ma soprattutto per contatto con superfici contagiate. Questo virus ha, infatti, una particolare resistenza all’esterno del corpo umano e può ritrovarsi nell’ambiente fino a 15 giorni dopo il contagio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo il secondo caso i titolari dell’hotel hanno sospeso l’attività in autotutela per porre in essere tutte le azioni necessarie alla sanificazione dell’albergo. Sono ancora in corso i controlli ambientali da parte dell’Apss per accertare l’avvenuta bonifica di ambienti, arredi e attrezzature al fine poter garantire la riapertura della struttura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Porfido, armi, voto di scambio: le mani della 'ndrangheta sulle cave in Trentino

  • Il Comune ha deciso: niente Mercatini di Natale

  • Il Giro d'Italia 2020 arriva in Trentino: ecco le tappe

  • Bollettino coronavirus: altri 111 nuovi casi, oggi tutti con tampone

  • Intimidazioni agli operai e agganci politici: ecco come agiva la 'ndrangheta in Val di Cembra

  • Via Brennero: arrivano i semafori intelligenti che fanno le multe

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento