Esce di casa e scompare, l'appello dei familiari: "Aiutateci a trovarlo"

Sospese le ricerche, ma i familiari non perdono la speranza e diffondono un appello sul web

L'appello diffuso dai familiari

Non si hanno più sue notizie da mercoledì 17 aprile, ora i familiari lanciano un appello in rete pregando chiunque avesse informazioni di farsi vivo. Tutta la comunità della Val di Fassa è in apprensione per Floriano Corradini, 68enne del luogo, scomparso ormai da sei giorni.

Aggiornamento: trovato il corpo nel bacino di Stramentizzo

Per cercarlo sono stati mobilitati Vigili del Fuoco, Soccorso Alpino ed  unità cinofile, oltre ovviamente ai carabinieri della Compagnia di Cavalese, che hanno raccolto la denuncia di scomparsa da parte dei familiari. L'appello, arrivato alla nostra redazione, è rivolto a chiunque possa averlo visto in questi giorni.

"Floriano indossa un cappellino scuro con visiera, giacca scura e blue jeans" si legge nell'appello. Come si vede dalla foto un paio di grossi baffi rendono praticamente inconfondibile l'identikit. L'uomo è uscito di casa senza portafoglio nè telefono cellulare. Le ricerche sono state interrotte ma i familiari non perdono la speranza.

Potrebbe interessarti

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • A 140 all'ora in montagna, posta il video: riconosciuto da un riflesso sul parabrezza

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

  • Notte Bianca: rimozione forzata in tutto il centro, 28 locali allargano lo spazio esterno

I più letti della settimana

  • Strani rumori in giardino: esce a controllare e si ritrova davanti l'orso

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • A 140 all'ora in montagna, posta il video: riconosciuto da un riflesso sul parabrezza

  • A22: camion contro auto della Polizia, agente estratto dalle lamiere

  • Cade nel torrente, lo ritrovano alla diga

  • Incidente frontale, auto invade la corsia opposta e si schianta contro un camion: trentino ferito

Torna su
TrentoToday è in caricamento