menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Apss: Flor confermato "a scadenza", entro sei mesi un piano di riorganizzazione

Attivare a regime il Centro di Protonterapia ed elaborare un piano di riorganizzazione di tutta l'Azienda sanitaria. Sono queste le condizioni del rinnovo dell'incarico al direttore generale Flor, che resterà in carica "fino all'attuazione della legge nazionale che istituirà l'albo degli idonei" spiega l'assessore Zeni

Il direttore dell'Apss Luciano Flor resterà fino all'attuazione della legge nazionale che istituisce l'albo dei direttori generali, per stabilirne  l'iidoneità. La data non è certa e dipende appunto dai tempi dell'attuazione a livello nazionale, in ogni caso la carica  ppotrebbe durare altri cinque anni. La delibera con cui si provvede alla nomina  di Flor è sttata approvata dalla Giunta questa mattina, anticipando i  tempi, già stretti per la scadenza del contratto, di una settimana.

L'altra condizione, inserita nella delibera è l'impegno ad elaborare entro 6 una proposta di riorganizzazione di tutta l'Azienda sanitaria. In riferimento al Centro di Protonterapia l'impegno è quello di avviare entro il semestre "collegamennti e collaborazioni con le realtà nazionali ed europee". A renderlo noto è l'assessore alla Salute Luca Zeni, dopo l'avvenuta approvazione da parte della Giunta. Per lo svolgimento del suo incarico il direttore Flor riceverà un compenso annuale lordo massimo di 190.000 euro,  ovvero 6000 in meno dell'attuale compenso. Leggera sforbiciata anche al premio di risultato che passa dal 20% al 30%. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Attualità

Covid, il governo al lavoro per le riaperture: il piano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento